Dicono di noi

Integratori galenici on line
Se state visitando il nostro Sito o se avete già visitato la nostra clinica vi saremmo grati se voleste lasciare un vostro commento o dei suggerimenti. Faremo tesoro delle vostre indicazioni per poter migliorare a vostro favore i nostri servizi.
Grazie

CAPTCHA Image

Autorizzo ai sensi dell'informativa sulla Privacy D.Lgs. 30 Giugno 2003 n.196

Di seguito alcune testimonianze scritte dei nostri pazienti.

francesco carrieri

una struttura molto accogliente e all'avanguardia. Il personale medico specializzato, guidato dal Grande e Unico Prof. Dr Lamberto RE.

Pigliapochi Aurelio

La ringrazio per la Sua professionalità e disponibilità, che hanno alleviato dolore alla mia vita.Le auguro di continuare a risolvere i problemi di tante altre persone. Cordiali saluti Pigliapochi Aurelio

zoran

ringrazio all dott Lamberto Re per la sua cura con ozonoterapia.posso solo dire che ha fato miracoli .nel mio caso l intervento nel 2004 non ha miglorato laa miaa situazione,invece dott Re completamente ha risolto il mio problema.grazie tanto dottore e scusa mio italiano ... ma sono di macedonia...

Adalgisa e Elio Cesetti

"L'ozono terapia fa i miracoli!"
Con questa frase vogliamo iniziare, io e mio marito, questo piccolo scritto e ringraziare il Dott. Lamberto Re per aver creduto e lottato affinché l'ozono terapia abbia il suo valore nella cura di molte patologie. Io e mio marito, ogni qualvolta abbiamo avuto bisogno per i nostri malesseri (ernia al disco, periartrite, artrosi, ecc...), l'ozono terapia ha fatto il miracolo.
Grazie al Dott. Lamberto Re e a sua moglie.
Adalgisa ed Elio Cesetti

Romina

Sono una mamma di due bimbi cn la sindrome di leigh. Da giugno ho iniziato l ozono principalmente alla piccola perche era peggiorata in alcune sue funzioni ,da adesso ho notato un netto miglioramento di quelle funzioni ,come mantenere eretto il corpo ,la testa nn é più piegata da una parte ,non ha piu salivazione che gli usciva dalla bocca e un altra cosa importante ,la bambina non riusciva a guardare verso sinistra senza girare la testa ,ora un occhio sembra sbloccato e l altro sta migliorando .
Da un mese sto portando una volta a settinana anche il fratellino , sta leggermente meglio premettendo che di gravita di malattia sta peggio della sorella ed é più fragile fisicamente ,si stanca anche solamente stando un giorno fuori casa . Ma da quando abbiamo iniziato andando piano piano ,lo vediamo piu energico e riesce anche a fare qualche vocalizzo .é stata una benedizione conoscere questa terapia e sopratutto il caro dottore Lamberto Re che é sempre molto gentile cn noi ,affabile e la simpatia ne fa da padrone. Come del resto di tutto il suo staf , sembra una grande famiglia e quando sei nel suo ambulatorio cosi confortevole ,ordinato , si respira aria di freschezza di semplicità .é un piacere fare dei km non solo per il beneficio del ozono ,ma ritrovare ogni volta quei volti che apprezzo molto e che voglio bene. Grazie di cuore .... e grazie anche all ozono .....

Franco Losacco

ANCONA, 1/9/98
Egregio Dottor RE,
al rientro da brevi vacanze trascorse fuori Ancona e dopo un periodo di tempo sufficientemente valido per esprimere un giudizio sull’esito della terapia dell’ ozono,effettuata nel mese di maggio nel suo studio, sono lieto di comunicarle che le “mie”emicranie,prima così frequenti, sono notevolmente diminuite per non dire quasi scomparse.
Un risultato questo che, considerati i miei precedenti, ritengo veramente eccezionale,e di ciò, non posso che essere grato a lei, sia per l’efficacia sulla cura, che per le squisite doti umane che la contraddistinguono. Nel riservarmi di darle ulteriori notizie sull’andamento della mia “testa”, le allego un appunto più dettagliato e riepilogativo sull’argomento. L’occasione mi è gradita per inviare a ei e gentile Signora anche da parte di mia Moglie, i più cordiali e riconoscenti saluti.
Franco Losacco

Mara Teresa Leoni

Senigallia 3/03/1999
Gent. Mo dott Lamberto Re,
ecco finalmente la lettera che io desideravo sopra ogni cosa di scriverle e che lei era sicuro di ricevere.
E’ avvenuto il miracolo: non ho più il mal di testa!
E’ una cosa così straordinaria, che ho aspettato diversi giorni prima di comunicargliela,ora.
Però sono sicura: sto bene!
Non è un miracolo però ne ha proprio l’aspetto!
Ora le racconto tutto prima ancora di ringraziarla come merita.
Il 15 febbraio n.s , come ogni giorno,ho dovuto ingerire una dose massiccia di Optalidon,che evidentemente, non mi dava che un momentaneo sollievo.

Allora ho preso una decisione estema : ho smesso con i calmanti e dal 16 febbraio non ne ho presi più.
Lei mi ha detto tante volte che la cura dell’ozono mi avrebbe portato aquesto risultato,e cioè a guarire completamente,però c’era di mezzo l’Optalidon.
Grazie alla fiducia che ho in lei,e anche nell’ozono, ho avuto la forza di prendere una decisio ne così drastica e anche tanto dolorosa.
Le assicuro che ho sofferto molto(forse una parte di merito è anche mia,se ora sto bene!)
Non vedo l’ora di venire da lei, per mantenere questo stato di grazia in cui mi trovo e soprattutto per ringraziarla con infinita riconoscenza.
Le sarò grata per sempre: ma ci pensa quanto le debbo? Non soffrire più dopo vent’anni di cefalea ?
Ora la saluto,insieme alla sua gentilissima moglie e a presto!
Maria Teresa Leoni
Ps: scusi la grafia ma è solo felicità

Pasquale Gravina

Messaggio Email
Inviato: 21 Febbraio 2003 16:42
A: lambertore@univpm.it

Ho iniziato ad avere problemi fisici nel 1998, quando mi è stata diagnosticata un ernia lombare (L4-L5). Da allora ho sofferto in modo pressoché continuato di lombosciatalgia. Essendo un atleta professionista di pallavolo, ho potuto sperimentare quasi tutti i rimedi terapeutici “convenzionali”, ovvero tutte le forme di terapia del dolore normalmente usate. Dopo una casistica importante accumulata nel corso degli ultimi anni, è ormai sempre più diffusa l’intenzione di non ricorrere ad interventi chirurgici (anche quelli in microchirurgia) di asportazione del nucleo polposo, essendo molto frequenti le recidive negli anni post operatori. Questo a maggior ragione in un atleta che presta il suo corpo a sollecitazioni estreme. Stessa tendenza si va affermando per quanto concerne l’ozonoterapia intradiscale: anche qui si possono verificare problemi alla funzionalità del rachide.
Secondo la mia esperienza, almeno per quanto concerne il mio tipo di patologia, i migliori risultati si ottengono con l’ausilio di terapie non invasive e con assenza di controindicazioni. Nello specifico, l’unione tra terapie osteopatiche e di ossigeno-ozono, mi ha portato a ridurre quasi completamente la sintomatologia.
E’ bene però specificare che entrambe necessitano di persone molto qualificate, avendo frequentato anche molti operatori di relative conoscenze specifiche con conseguenti modesti se non poco apprezzabili risultati. L’ossigeno-ozono terapia è un approccio terapeutico molto interessante alla patologia, e sarebbe apprezzabile conoscere come funziona, quali meccanismi attiva. A mio giudizio, la sua principale forza sta nella atossicità, non è un farmaco e non ha funzione antalgica. Per queste caratteristiche, sarà sempre poco “spinto” dalle case farmaceutiche che non hanno possibilità di guadagno sulla sua diffusione. Ed è per questo che offro questo piccolo contributo affinché si possa conoscere di più.
Pasquale Gravina
Nazionale Italiana Pallavolo

Gabriele Galeazzi

Buongiorno Dottore!
Si ricorda di me? Sono Gabriele Galeazzi, ho fatto un ciclo di terapie da lei per curare un’ernia discale circa quattro mesi fa, proprio prima di partire per un periodo di lavoro a Dublino.
Sono tornato pochi giorni fa e devo dire che l’esperienza è stata grandiosa sia da un punto di vista professionale che personale, tanto che non escludo di andare a lavorare lì!
Ma se oggi posso parlare in maniera così entusiasta di questa esperienza, molto è merito suo e delle sue terapie che mi hanno permesso di viverla intensamente e senza limitazioni, nonostante avessi patito un blocco alla schiena appena un mese prima di partire.
Gli effetti benefici delle sue cure infatti non hanno riguardato solo il benessere meramente fisico, ma anche quello psicologico, aspetto ancor più importante in chi sta male, per poter riuscire a stare meglio.
La sua umanità, professionalità, disponibilità e simpatia mi hanno permesso di recuperare la fiducia nel mio fisico, che era stata fortemente messa alla prova da una patologia che manifesta i suoi effetti spesso in maniera imprevedibile e improvvisa.
Grazie di cuore dunque per il modo non comune con cui interpreta e vive la sua professione, che comune non è (per gli stati d’animo e i sentimenti che coinvolge), ma che come tale purtroppo è vissuta da tanti (troppi) dottori.
La passeremo ben presto a trovare (io e la mia ragazza…la psicologa), intanto la abbraccio con affetto.
Gabriele Galeazzi

Lilly Ragni (Bigelli Finilia)

Al Professor Re
Sono entrata in questo studio qualche tempo fa con acciacchi, dolori e fastidi qua e là. Col sorriso e cortesia sono stata accolta e in un clima sereno mi hanno coinvolta. Che una siringa piena d’aria… mai credevo mi facesse ritrovare le forze che avevo. Non solo la schiena si e raddrizzata ma pere la pelle s’e tonificata. Grazie allora a questa terapia sopraffina. Lui e il Re.. ,ma io non sono una Regina!! Con affetto Lilly Ragni ancona 29-10-2008.

Giampaolo Gardarelli




Inviato per Email: Lunedì 12 Aprile 2010 10:42 am
Al: Prof. Lamberto Re
(Paziente Trattato nel Maggio 2009 per discopatia lombosacrale)
Buongiorno professore sono Gardarelli Giampaolo, ti invio foto dei campionati CUM e con l'occasione ti ringrazio per avermi dato la possibilità di ritornare a gareggiare.
Tanti saluti e arrivederci a presto.
Giampaolo Gardellini